cofrancesco.net

Login Form





Password dimenticata?
Un account? Registrati
 
  • Italiano
  • English
 
Benvenuto arrow Riunioni
Dopo 58 anni ancora insieme PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele Di Leone   
06/16/07
Michele di Leone ha trovato una foto dei compagni di scuola del 1949 e ha avuto l'idea di riunire tutti questi amici, dopo 58 anni, per una grande festa... Questo è il discorso introduttivo di Michele e alcune foto della festa.

Massa di Faicchio (BN)
2 giugno 2007

Carissimi Amici,

oggi è un giorno particolare, per tutti noi, chiamati a quest’appuntamento.

Giunti all’età in cui di solito si cominciano a tirare le somme della propria vita, e meditare su come impegnare gli ultimi anni che ci rimangono, abbiamo deciso di ritrovarci, dopo cinquantotto anni, per ricordare la nostra fanciullezza. Quando eravamo degli scolari sereni e felici, e giravamo a piedi tra i campi, per raggiungere la nostra scuola.
L’innocenza era nei nostri cuori, in quei tempi difficili del dopoguerra, ma belli, dove si viveva senza soldi e tanti sogni. Vivevamo la nostra fanciullezza, con serenità e generosità, nel rispetto dei nostri genitori, dei nostri insegnanti e dei nostri compagni e di ogni prossimo.
Non conoscevamo la parola “bullismo” perché, in noi c’era solo amore e rispetto verso tutti, soprattutto verso i più deboli.
Cercavamo di apprendere il più possibile, e i nostri insegnanti con la loro disponibilità e la loro grande severità, cercavano di insegnarci che, nella vita, la prima regola è il rispetto e l’educazione verso gli altri, perché solo così si diventa veramente “uomini”.

Image
La torta con la foto del 1949

A quell’epoca non avevamo il bus, non avevamo il computer, il telefonino, la televisione, e tante altre comodità di oggi.
Eravamo un tantino fuori dall’universo, non conoscevamo quello che succedeva nel mondo; vivevamo nel nostro piccolo territorio, isolati ma pieni di allegria, e lavoravamo con una grande fantasia su come sarebbe stato il nostro futuro.
Sognavamo e tanto, forse quello che non si fa oggi.

Crescendo ciascuno di noi ha preso la propria strada. Cercando di realizzare i propri desideri, impegnandosi nel lavoro, nel formare una famiglia, sempre nel rispetto verso tutti.
Ognuno di noi ha fatto del proprio meglio, chi nel piccolo e chi nel grande, per realizzare quei sogni innocenti della nostra fanciullezza.
Molti sono stati costretti a lasciare Massa, per terre lontane, negli Stati Uniti d’America, in Canada, in Argentina, in Australia, in Gran Bretagna, e nel Nord Italia. Certamente per loro non è stato facile lasciare il proprio paese, le proprie radici e gli amici. Ma sicuramente un frammento del loro cuore è rimasto a Massa; come certamente ovunque si sono portati, hanno fatto sentire il profumo di questa nostra terra rigogliosa, bella e generosa.

Image
Dopo 58 anni ancora insieme

Oggi molti di loro sono qui, noi li ringraziamo e siamo con loro, e resteranno per sempre nei nostri cuori.
Sappiamo quanti sacrifici avete dovuto affrontare, ma vi vogliamo dire che siamo orgogliosi di voi, perché avete portato il nome del nostro paese nel mondo.
A quelli non presenti, e a quelli che non ci sono più, va un ricordo affettuoso.
In loro memoria facciamo un grande applauso.

Ho riconosciuto in quella vecchia foto ingiallita del 2 aprile 1949, un generale di divisione, un colonnello, un primario cardiochirurgo, il papà di un docente universitario, docenti di scuola media, insegnanti di scuola elementare, commercialisti, imprenditori industriali e agricoli, valenti artigiani.
Noi che abbiamo avuto la fortuna di rimanere nella nostra meravigliosa valle, abbiamo cercato di impegnarci al massimo, lavorando con onestà e con sacrificio, per il progresso del nostro paese.
Ci stringiamo con un forte abbraccio intorno ai nostri insegnanti ancora viventi Gigino Fusco e Giuseppina Federico, agli indimenticabili, arciprete Ernesto Zarrella, Michele Ciarleglio, la signora Maria consorte del professore Silvio Festa, il quale per ben 15 anni, maestro a Massa, poi Sindaco di Faicchio ed infine Direttore Didattico a Caserta.
Auguro a tutti voi di trascorrere una bellissima giornata insieme, dimenticando tutte le cose negative della vita, guardando a tutto il bello che la vita stessa ci ha regalato, e tornare ad essere per pochi momenti i bambini felici e spensierati di Taverna Vecchia.

Image
Si torna... in classe. Michele Di Leone suona la campanella...
 

Buon Pranzo. Buon Appetito - Buona Festa.
GRAZIE ! GRAZIE ! GRAZIE !

Michele Di Leone  

Alcune foto della festa

Image
Tutti in chiesa per la S. Messa

Image
Si va al ristorante
 

Image
...si mangia, si beve e si canta...

Image
Il Sindaco di Faicchio Mario Borrelli saluta i presenti alla festa
 

 

 
Ultimo aggiornamento ( 07/25/08 )
 
< Prec.

© 2018 cofrancesco.net