cofrancesco.net

Login Form





Password dimenticata?
Un account? Registrati
 
  • Italiano
  • English
 
Benvenuto












          Viaggio nella terra delle origini
         
Il nostro viaggio a Massa
"Desideravo incontrare Pacifico e Anna da più di un anno. Pacifico ed io abbiamo iniziato a scriverci dopo che lui ha trovato il nome di mio nonno su Ancestry.com"

                              di Arlene (Cofrancesco) Willis
 
     


     
       
Quando Anna Di Leone era ancora una ragazza le era capitato spesso di sentire sua nonna materna, Anna Mazzarella, raccontare la storia di "Zi' Clemente" (zio Clemente), che era emigrato negli USA all'inizio del 1900. Aveva fatto ritorno a Massa nel 1949, dove aveva vissuto con la famiglia Di Leone gli ultimi otto anni della sua vita prima di morire nel 1957. La nonna di Anna non conosceva molto della famiglia di Clemente negli USA. Si chiedeva se avesse avuto dei figli o dei discendenti. Anna aveva un sogno: trovare i figli e i nipoti di zio Clemente. Ma come poteva fare? Un giorno trovai un piccolo albero genealogico su Ancestry.com, creato da Arlene Willis, che conteneva alcune informazioni su un Clemente Cofrancesco... lo stesso Clemente Cofrancesco che Anna stava cercando! Anna fu molto emozionata della mia scoperta. Nel giro di poco tempo ci fu possibile contattare Arlene Willis, il cui cognome da nubile era Cofrancesco! Era proprio la nipote di Clemente! Finalmente il sogno di Anna era diventato realtà. Con l'aiuto di Arlene un intero ramo fu aggiunto all'albero genealogico della famiglia Cofrancesco. Arlene ha dato il suo contributo mostrando una grande passione per la storia della nostra famiglia. Così dopo circa un anno Arlene e suo marito Michael Willis alla fine di settembre 2009 sono venuti a Massa. Anche questa è stata un'altra esperienza davvero emozionante per sia per loro che per tutti noi! Puoi scoprire più particolari su questo interessante contributo alla nostra storia leggendo il racconto di Arlene.

(Pacifico Cofrancesco)

   

Clemente Cofrancesco

Clemente Cofrancesco
Il nonno di Arlene




       
Giovedì 24 Settembre - L'arrivo
     
   
Mio marito Michael ed io arrivammo a Benevento con treno giovedì 24 settembre 2009 e ci vennero ad aspettare alla stazione mio cugino Pacifico Cofrancesco e la sua bella moglie Anna Di Leone, sposata si recente. Desideravo incontrare Pacifico e Anna da più di un anno. Pacifico ed io abbiamo iniziato a scriverci dopo che lui ha trovato il nome di mio nonno su Ancestry.com. Non appena ho visto Pacifico ed Anna, ho iniziato a sentire un rresistibile senso di calore, come se loro  fossero stati da sempre nella mia vita.

Anna e Pacifico ci condussero in auto al Gran Hotel Telese e più tardi ci vennero a prendere per portarci nella loro nuova casa a Massa di Faicchio, dove fummo raggiunti per la cena dai genitori di Anna, Antonietta Tacinelli e Michele Di Leone, e dalla sorella gemella di Anna, Ada. Putroppo i genitori di Anna stavano tornando dal funerale della sorella di Antonietta, Orsola. Fummo toccati dalla sua presenza lì. Anna e Pacifico ci avevano preparato una splendida cena e abbiamo avuto la migliore pasta che io abbia mai assaggiato!

A casa di Anna e Pacifico

A casa di Anna e Pacifico a Massa di Faicchio (Benevento)
Da sinistra a destra: Michael Willis, Antonietta Tacinelli,
Michele Di Leone e Arlene Willis

Era molto emozionata all'idea vedere i luoghi da dove venivano i miei antenati ed in particolare mio nonno Clemente e la notte prima dormii a fatica.

     
Arlene Cofrancesco

Arlene Willis
cognome da nubile, Cofrancesco
Venerdì 25 Settembre - Massa e i luoghi dei Cofrancesco
     

Il venerdì mattina, Pacifico ed Anna vennero a prenderci al Grand Hotel. Finalmente Massa! E' difficile spigare la sensazione che ho provato quando ci siamo affacciati sulla valle del Titerno e abbiamo visto le montagne, in particolare le "montagne" dei Cofrancesco, Monte Acero e Monte Erbano. Mi sono sentita come se fossi tornata a "casa".
  

Massa nella valle del Titerno

Massa nella valle del Titerno

Il paesaggio era così rappacificante e rasserenante e con mia grande sorpresa ricoperto di vigneti pronti per la vendemmia. Ero al settimo cielo! Gli ulivi, la quiete di quei luoghi, la bellezza del cielo e di quel paesaggio sono qualcosa che difficilmente potrò dimenticare.

img_0115-450.jpg

Michael Willis a Massa
Sullo sfondo Monte Erbano

     

Massa di Faicchio

Massa di Faicchio

è un piccolo centro abitato di circa 600 persone nella valle del Titerno, in provincia di Benevento, a circa 70 km da Napoli. Prima del 1834 Massa apparteneva al comune di S. Lorenzello e Massa. Passò poi al comune di Faicchio, prendendo l'attuale nome di Massa di Faicchio.

Insieme al padre di Anna, Michele, e Pacifico visitammo prima una moderna cantina, chiamata "La Vinicola del Titerno", di proprietà di Talio ed Alfredo Di Leone, due cugini di Anna, dove vengono prodotti e imbottigliati alcuni vini tipici della valle del Titerno, come il Solopaca, l'Aglianico e la Falanghina. Dal momento che il mio indirizzo email è Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo (che significa "la vita è vino") e Michael ed io abbiamo una grande passione per i vini, fummo davvero impressionati nel vedere quante persone della terra d'origine della mia famiglia fossero impegnate nella produzione di vino. Visitammo poi anche l'azienda di famiglia di Michele a Cerreto Sannita, la "A. Di Leone & Co.", dove incontrammo il figlio di Michele, Antonio.

La chiesa di S. Nicola di MassaDopo il pranzo a casa di Pacifico e Anna, con il padre di Anna e Pacifico siamo andati a camminare per le vie di Massa e abbiamo visitato la chiesa di S. Nicola (nella foto a sinistra), dove nonno Clemente fu battezzato e furono sepolti i miei antenati.

Siamo poi andati a visitare la casa dove è nato e vissuto mio nonno Clemente prima di emigrare negli Stati Uniti. Abbiamo visto dall'esterno la stanza dove, dopo che si risposò, visse con la famiglia Di Leone. Neppure nei miei sogni più sfrenati avrei mai pensato di avere questa opportunità.
   
Vinicola del Titerno

Michele Di Leone e Arlene
in visita alla Vinicola del Titerno

Davanti alla casa di Clemente

Arlene e Pacifico davanti alla casa di Clemente
   
La porta di casa di Clemente

Porta d'ingresso della casa di Clemente


Sulla stradina che conduceva all'antica casa della famiglia Di Leone incotrammo Angelina Tacinelli, vedova di Gaetano Cofrancesco e zia di Anna. Lei ricordava molto bene Zi' Clemente, come tutti lo chiamavano a Massa, e disse che io gli somigliavo tantissimo! Visitammo con lei e sua nuora Rita una delle tipiche cantine di Massa scavate nel tufo per alcuni metri nel sottosuolo - ogni antica casa di Massa ne ha una - e bevemmo un delizioso Moscato di Baselice, un piccolo paese vicino a Benevento.


Michael e Arlene nella cantina di Ciccio Cofrancesco

Michael e Arlene assaggiano un delizioso Moscato
nella cantina di Biagio, detto "Ciccio", Cofrancesco di Massa

Più tardi ci recammo al piccolo cimitero di Massa dove era sepolto mio nonno Clemente. Ancora una esperienza emozionante! Avevo solo quattro anni quanfo mio nonno ritornò in Italia, dopo che mia nonna Orlanda Sabatino morì (a 46 anni). Non lo rividi più dopo il suo ritorno in Italia, dove per un po' di tempo visse anche con la sorellastra Michelina e la sua famiglia.

Venni anche a sapere che nonno Clemente sposò una vecchia fiamma della sua infanzia, Nicolina Ciarlo e per gli ultimi sei anni della sua vita visse con la famiglia Di Leone, che fu molto gentile con lui. Clemente Cofrancesco e Nicolina Ciarlo furono sepolti nella tomba della famiglia Di Leone. Fui sorpresa di vedere quanti Cofrancesco erano sepolti in quel cimitero. Penso che le famiglie Cofrancesco siano tra le più antiche di Massa e sono molto fiera di portare quel nome. 

La tomba di Clemente e Nicolina

La lapide della tomba di Clemente e Nicolina al cimitero di Massa
sepolti insieme ai bisnonni di Anna Di Leone
     
Zia Angelina & Arlene

Angelina e Arlene
Angelina Tacinelli era vicina di casa di Clemente quando ritornò a vivere a Massa

Arlene & Gaetano

Arlene e il piccolo Gaetano
Cofrancesco vicino alla fontana di Massa

Clemente & Nicolina

Nicolina e Clemente
Visitammo poi San Lorenzello, il paesino da dove arrivarono i Cofrancesco che si trasferirono a Massa nel XVIII secolo. Pacifico ci mostrò alcune antiche strade del paese dove abitavano i Cofrancesco e avevano le loro attività a partire dal XVI secolo.

Al Ristorante "Foro del Barone" di Puglianello

Al Ristorante "Foro del Barone" di Puglianello
Da sinistra a destra: Antonietta, Pacifico, Anna, Michele, Arlene, Ada e Michael

Venerdì sera cena al "Foro del Barone" di Puglianello. Il cibo era favoloso ed il vino eccellente, perché Michele Di Leone aveva portato per la sua speciale riserva invecchiata di 4 anni. E' stata una esperienza così bella trovare persone con cui si ha una comunicazione immediata, senza averle mai incontrate prima.

   

Michael e Arlene a San Lorenzello

Michael e Arlene
  a San Lorenzello

Sabato 26 Settembre - La valle del Titerno 
     

Prima di partire per Benevento, sabato mattina Pacifico ed Anna ci fecero fare un altro giro turistico. Visitammo parecchi paesi e piccoli centri abitati, tra cui Castelvenere, Guardia Sanframondi e Cerreto Sannita. Il Professor Scetta, nostra "guida" inattesa ed imprevista durante la visita a Castelvenere, ci spiegò che questa cittadina ha la più alta densità di vigneti d'Italia. Le colline tuttintorno erano completamente coperte di vigneti e le strade piene di piccoli trattori che trasportavano i grappoli appena raccolti alle cantine. Era il tempo della vendemmia. A Guardia Sanframondi pare che si trovi la più grande cantina vinicola di tutto il sud Italia. Per la maggior parte della gente di questa valle realmente "il vino è vita" - come disse Pacifico.

Presto arrivò l'ora di pranzo! Così andammo a casa di Michele ed Antonietta Di Leone per un risotto ai funghi. Wow! Davvero fantastico! Ci fu poi servito il mio piatto preferito, il pesce spada, che Michele aveva comprato la mattina stessa. Anna, Ada, Antonio, Pacifico, Michele, Antonietta, Michael ed io pranzammo nella loro accogliente sala da pranzo e gustammo ancora una volta dei vini speciali. Un pranzo che ricorderò a lungo.

Con Pacifico e la famiglia Di Leone

Con Pacifico e la famiglia Di Leone
Da sinistra a destra: Pacifico, Anna, Ada, Michele, Michael,
Arlene, Antonietta e Antonio

Dopo un po' di lacrime e una lunga serie di sofferti "arrivederci", Pacifico ed Anna ci portarono a Benevento, la cosiddetta "città delle streghe", secondo le leggende medievali, dove abbiamo passato la notte prima di prendere il treno del mattino per Roma.

Sono ancora al settimo cielo pensando a che realmente meravigliosa esperienza ho vissuto la settimana scorsa e sinceramente ringrazio Pacifico, Anna e la famiglia Di Leone per avere reso possibile tutto ciò. Questi ricordi resteranno per sempre impressi nella mia memoria.

Quando vedo tutto il lavoro che è stato necessario per raccogliere le informazioni per il sito web, sono davvero grata a Pacifico e a John Cofrancesco per i molti anni di ricerche che sono stati necessari. Sono impaziente di condividere le foto e le mie esperienze con tutta la famiglia di mio padre.

Arlene (Cofrancesco) Willis
4 ottobre 2009



   
Castelvenere

Arlene, Anna e il Prof. Scetta
  a Castelvenere


       

Ultimo aggiornamento ( 11/12/09 )
 
< Prec.   Succ. >

© 2018 cofrancesco.net